Come scegliere i caratteri per il sito Web

4 errori da evitare quando scegli i caratteri per il sito Web

Quando ho iniziato a creare i miei primi progetti web, non avevo mai pensato che la scelta di un carattere potesse essere un problema. A distanza di anni posso dire senza dubbio che scegliere il giusto font fa parte della strategia di sviluppo di un progetto web, e che la scelta non è sempre facile.

Font e colori sbagliati possono allontanare gli utenti e farti perdere traffico e clienti, e non rendere giustizia ai tuoi contenuti.

Spesso scegliamo il carattere secondo i nostri gusti personali, o in base a ciò che ci piace al momento. Questo a meno che tu non sia un autoproclamato “snob del font” può anche andar bene, ma nella maggior parte dei casi è una scelta sbagliata.

Ecco alcuni errori comuni che si commettono quando si scelgono i caratteri per i siti Web e cosa fare per evitarli:

1. Troppi caratteri.

Siamo portati a cercare di enfatizzare le parti dei contenuti, usando diversi font, convinti di attirare l’attenzione dell’utente. Questo è un problema molto comune. Diversi caratteri nella stessa pagina portano a rendere i tuoi testi confusi e appariscenti. 

Quindi, quando decidi i caratteri da usare, limita la tua scelta a due. In genere è meglio un carattere “sans serif” per il testo normale e un carattere “serif” per le intestazioni, sebbene non sia necessario attenersi a tale regola.

2. Caratteri illeggibili.

Non pensare al tuo gusto personale. Ciò che può sembrare meravigliosamente stravagante per te potrebbe essere difficile da leggere per il tuo visitatore. Assicurati quindi che i caratteri che stai utilizzando per i tuoi contenuti siano chiari e di facile lettura. 

3. Caratteri non “sicuri per il Web”.

Sembra strano ma c’è una selezione limitata di caratteri che è possibile usare sul sito Web, per esser sicuri che vengano visualizzati su tutti i browser e dispositivi.
Esistono due modi per garantire che i caratteri siano visualizzati allo stesso modo per tutti:

  • La soluzione più facile è usare Google Fonts, che offre una vasta gamma di caratteri gratuiti da utilizzare sul sito Web. Tieni presente però che questa soluzione può rallentare il tuo sito web.
  • L’altra opzione è quella di acquistare una versione web di un font. Quindi, se hai un font preferito che usi nel tuo software di elaborazione testi, esegui una rapida ricerca online per vedere se è disponibile come font web.

4. Colore su colore.

Potresti pensare che non sia attinente alla scelta del font, ma non è proprio così. Nella scelta del design del tuo sito, devi fare attenzione a mettere il testo colorato su uno sfondo colorato. 

Il risultato potrebbe essere disastroso, quindi è sempre meglio evitare ambiziose combinazioni. 

In genere usare il colore su uno sfondo colorato, rende più complicata la lettura, specialmente se si considera che a volte i colori vengono visualizzati in modo diverso su monitor diversi, e questo porterà l’utente ad abbandonare il tuo sito web.

Il consiglio è di evitare abbinamenti particolari o affidarsi a tabelle che possano aiutarti nella scelta ideale dei colori da abbinare.

Riepilogo

Abbiamo visto 4 errori nella scelta del carattere e come evitare certi problemi.

Se segui queste semplici regole quando scegli i caratteri per il tuo sito Web, avrai un sito dall’aspetto più raffinato e professionale. 

Tieni sempre in considerazione che stai scrivendo per gli altri, aiutando quindi il tuo utente nella lettura riceverai in cambio una maggiore permanenza sul tuo sito e di conseguenza più interazione.

Se hai bisogno di aiuto per il tuo progetto web, siamo a tua completa disposizione, contattaci ora!

Related Posts